24ª EDIZIONE DEL SALONE DELLA SCUOLA, DELLA FORMAZIONE, DELL’ORIENTAMENTO E DEL LAVORO
MARTEDÌ 12 DALLE 9 ALLE 18,30. MERCOLEDÌ 13 DALLE 9 ALLE 22. GIOVEDÌ 14 DALLE 9 ALLE 24.

Match the future.<br/>A Orientamenti il primo Innovation Camp dedicato ai Neet.

Ott 21, 2019 | OM Salone

NEET è l’acronimo di “Not (engaged) in Education, Employment or Training” e indica i giovani, generalmente tra i 15 e i 29 anni, non impegnati dal punto di vista dello studio e del lavoro. Un fenomeno molto importante, specialmente in Italia, dove, nel 2018, i NEET ammontavano a 2 milioni e 116mila (23,4%) contro una media europea del 12,9% (UE28).
Junior Achievement, la più vasta organizzazione non profit al mondo dedicata all’educazione economico-imprenditoriale, ha realizzato NEETs in Entrepreneurship – Match the Future!, un progetto europeo che si rivolge proprio a quelle fasce di popolazione con importanti difficoltà di employability, con l’obiettivo di contribuire ad aumentare le competenze professionali e l’occupazione giovanile.
L’appuntamento è a Genova, nell’ambito del Salone Orientamenti, lunedì 11 novembre al Palazzo della Borsa. Il programma vedrà per la prima volta l’applicazione del metodo FROG con formatori italiani, formati dall’impresa sociale norvegese Lyk-z & daughters che lo ha sviluppato. Un vero e proprio corso intensivo che combina l’uso di fondamenti neurofisiologici, tecniche comunicative e di leadership e active coaching. Riuniti in piccole classi di 12-15 partecipanti, i giovani esplorano le proprie qualità e capacità, ottenendo cambiamenti positivi in termini di autoconsapevolezza e fiducia in se stessi e ricevono una forte spinta a individuare obiettivi personali e fissare un piano per la loro attuazione. In questo modo, dopo averlo immaginato e descritto, si riappropriano del loro stesso futuro e cominciano a costruirlo.
Il programma completamente gratuito. In Italia saranno selezionati 400 NEET, che saranno coinvolti in un programma misto di formazione, comprensivo di lezioni frontali, online e workshop. Destinatari principali sono i giovani con poche competenze lavorative, disoccupati da molto tempo, a rischio povertà o esclusione sociale. Il progetto si focalizza fortemente anche sulla lotta all’abbandono scolastico, fra le cause principali del fenomeno NEET, che coinvolge ancora una rilevante porzione di giovani: la quota fra i 18 e i 24 anni di quanti posseggono al più un titolo secondario inferiore e sono fuori dal sistema di istruzione e formazione si è attestata nel 2018 al 14,5%.
Quello di Genova, al Salone Orientamenti, sarà il primo “Innovation Camp”. Per maggiori informazioni sul programma e per iscriversi ecco il sito www.jaitalia.org/neet/

ARTICOLI CORRELATI

Seguici sui Social

 

Iscriviti alla nostra Newsletter