Tregua di Natale
24 Dicembre 2020
20_12_24_FB-1080×628

Siamo abituati a studiare Storia sui libri, in cui il ritmo è spesso scandito solo da guerre e conferenze diplomatiche per risolverle. Oggi tuttavia vogliamo parlare di una storia nella Storia, avvenuta 116 anni fa ad Ypres nelle Fiandre nel bel mezzo della Prima guerra mondiale, forse la più grande guerra che l’umanità abbia mai vissuto.

Dopo mesi di combattimenti e di vita nelle trincee lontano da casa i soldati sono allo stremo e disorientati e solo qualche augurio dei superiori ricorda loro che è la vigilia di Natale. Si inizia a cantare ed a bere per dimenticare il luogo in cui ci si trova, ma presto ci si accorge che chi è stipato nella trincea di fronte sta facendo la stessa cosa, solo in un’altra lingua.

Inizia così la Tregua di Natale, un cessate il fuoco spontaneo in cui i franco-inglesi ed i tedeschi depongono le armi, cantano insieme, si scambiano doni ed arrivano anche a organizzare partite di calcio con un improvvisato pallone fatto di stracci. La “terra di nessuno”, luogo conteso e compreso fra le opposte trincee, diventa per alcuni giorni terra di tutti, campo da calcio e luogo di incontro.

Di tregue ce ne sono molte altre negli anni successivi, in diversi punti del fronte, tuttavia questi momenti divengono sempre più rari e molti dei partecipanti puniti dai superiori.

Di questi momenti di umanità si è venuto a conoscenza decenni dopo grazie al ritrovamente di numerose lettere inviate dai soldati alle proprie famiglie. Proprio in una di queste lettere si è poi scoperto il risultato della partita: ma importa realmente? Per una volta probabilmente si può dire davvero senza ironia che quel giorno vinse lo sport!

Buon Natale da Orientamenti!

Consigliati

28 Novembre 2022

SPORT, ALBERTO RAZZETTI E LA SINCRONETTE LINDA CERRUTI I VINCITORI DELLA 30A EDIZIONE DEL PREMIO DI REGIONE LIGURIA “LO SPORTIVO LIGURE DELL’ANNO”

ASS FERRO: “DUE ECCELLENZE DEL NUOTO CHE PORTANO IN ALTO IL NOME DELLA LIGURIA”

L’edizione numero 30 del premio è targato nuoto che, con la miglior prestazione di sempre agli europei di Roma, assume il ruolo di spicco nel panorama nazionale sportivo che l’anno scorso era occupato dalle Olimpiadi di Tokyo, il premio va a due indiscussi protagonisti della vasca che hanno dimostrato...

18 Novembre 2022

Uto Ughi incanta e chiude la 27esima edizione di Salone Orientamenti

È stata chiusa dal grande violinista Uto Ughi e dall’orchestra Uto Ughi & Friends la 27esima edizione del Salone Orientamenti. Le note de Le Quattro Stagioni di Vivaldi e le parole dei sonetti sono vibrate nell’auditorium progettato da Renzo Piano, emozionando tutto il pubblico riunito nelle due sale che...

17 Novembre 2022

ORIENTAMENTI, SI CHIUDE CON IL CONCERTO DI UTO UGHI LA 27° EDIZIONE DEL SALONE. PRESIDENTE TOTI: PERFORMANCE DEL GRANDE VIOLINISTA ITALIANO LEZIONE DI VITA PER I RAGAZZI NEL SEGNO DEL ‘I CARE’

GENOVA. Si è chiusa con il concerto di Uto Ughi & Friends la tre giorni del Salone Orientamenti, dedicato alla formazione e organizzato da Regione Liguria. Gremite le sale Maestrale e Grecale, unite per l’occasione, per ospitare le oltre 1000 persone presenti che hanno assistito alle Quattro Stagioni di...

Organizzazione

Con il patrocinio di

Comitato promotore

Media partner